fbpx

Sale per lavastoviglie. Perché è importante usarlo e come

Quando si ha in casa un elettrodomestico, è importante prendersene cura, per garantirgli una vita ed un’efficienza più duratura. 

Ma come ci si prende cura di una lavastoviglie? Ci sono tante accortezze da prendere per la sua pulizia e manutenzione. Oggi vogliamo parlarvi del sale rigenerante, che non dovrebbe mancare mai.

Come agisce il sale nella lavastoviglie

Il sale è un ingrediente importante in cucina. Esalta il sapore dei tuoi piatti, è importante nella cottura della pasta. Ma non solo.

Il sale è un alleato importante anche per il benessere della tua lavastoviglie e la brillantezza dei tuoi piatti.

Il sale per lavastoviglie, detto anche sale rigenerante, è sempre cloruro di sodio, lo stesso composto chimico del sale da cucina. Ma viene appositamente privato di carbonati e ferro che incrementerebbero la durezza dell’acqua danneggiando la vostra lavastoviglie. È dunque un sale puro, cristallizzato, senza sostanze di scorrimento o altri additivi. 

Il sale nella lavastoviglie va inserito nell’apposito scomparto, chiamato, appunto, addolcitore o decalcificatore, un dispositivo che sfrutta speciali resine a scambio ionico, per trattenere il calcio e il magnesio contenuti nell’acqua e rilasciare sodio, contrastando così la durezza dell’acqua.

Grazie a tale dispositivo, dunque, viene assorbito il calcare presente nell’acqua, e il sale adoperato finisce direttamente nelle acque di scarico.

Dove inserire il sale

Solitamente il serbatoio del sale si trova sul fondo dell’elettrodomestico. È sufficiente estrarre il cestello inferiore, individuare l’apposito scomparto, aprirlo e versarvi il sale utilizzando l’imbuto in dotazione per evitare che fuoriesca. Qualora il vano fosse pieno d’acqua, non importa, lo si può versare comunque. Il liquido in eccesso fuoriuscirà da solo.

Ripulire il bordo e riavvitare il tappo.

Come si presenta il sale per lavastoviglie

Rispetto al sale da cucina, il sale per lavastoviglie ha granuli più grandi, in modo che si dissolvano più lentamente. Una dissoluzione più rapida rischierebbe di intasare l’addolcitore. Proprio per questa ragione vi sconsigliamo di usare il sale da cucina, ma acquistare quello per lavastoviglie.

Perché usare il sale per lavastoviglie

Il sale per lavastoviglie, se usato regolarmente, rigenera la resina dell’addolcitore ed evita la formazione di incrostazioni calcaree che possono:

  • Impedire il corretto scambio termico delle componenti della lavastoviglie;
  • Ostruire i tubi di scarico
  • Depositarsi sui piatti, privandoli della loro lucentezza.

È importante dunque che il sale non manchi mai, per garantire una lunga vita al tuo elettrodomestico e per la brillantezza delle tue stoviglie.

Grazie al sale rigenerante le tue stoviglie saranno più splendenti.

Continua a seguirci sul nostro blog per altri consigli e curiosità. 

Casabalò è sempre vicina a te. Ogni giorno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *